E' andata in scena il 18 marzo 2011, in prima nazionale lo spettacolo “Curri l’aria” allestito in occasione della Festa nazionale dei 150 anni dell’Unità d’Italia, alle ore 21 al teatro Garibaldi di Enna. La produzione della Compagnia dell’Arpa di Enna ha esordito con le musiche di Mario Incudine (tratte dal suo ultimo cd “Beddu Garibbardi”), la regia di Angelo Di Dio e Filippa Ilardo e la direzione artistica di Sebastiano Gesù.

L’epopea garibaldina è incarnata, raccontata e giudicata per una volta da due rappresentanti dell’universo femminile realmente esistite, l’artista Emilia Testa, che lasciò le scene per sposare il barone Enrico Militello di Castagna, e la giornalista inglese Jessie White, che al seguito di Garibaldi visse l’eroismo e il disincanto dello sbarco dei Mille. Immaginando un loro incontro e un loro dialogo, si scava dentro la memoria storica del Risorgimento siciliano seguendo il ritmo di quei canti popolari che incitavano alla “libertà” il popolo, soprattutto i giovani e le donne. Le due protagoniste si immergono nei ricordi e si trasfigurano nelle tante donne che amarono il generale Garibaldi: da Giuseppina Raimondi, da lui sposata e ripudiata dopo qualche ora, alle monache che di lui si innamoravano e sventolavano fazzoletti al suo passaggio, fino alla mitica Beppa la Cannunera, ardita eroina catanese che combatté al fianco dei Mille, e la bella Anita, fedele compagna di battaglia e madre dei figli dell’eroe dei due Mondi.Lo spettacolo, che vede in scena come protagoniste le attrici Elisa Di Dio e Nadia Trovato, assieme al cantautore Mario Incudine e ai musicisti Antonio Vasta (fisarmonica, organetto e zampogna “a paru”), Antonio Putzu (flauti etnici e popolari) e Francesca Incudine (voce, tamburi a cornice e percussioni), è firmato a quattro mani dallo storico Rocco Lombardo (che si è occupato delle ricerche storico-letterarie del testo) e da Elisa Di Dio, che ne cura anche la drammaturgia. Le scenografie sono curate da “Scenografie Izzo” di Roma, i costumi sono stati disegnati e realizzati dallo stilista Luca Manuli, la direzione di scena è di Sabrina Sproviero, i macchinisti di scena sono Salvatore Bellanti e Paolo La Monica, l’organizzazione è di Aurora Tilaro e Noemi Pintus, le assistenti alla regia sono Oriana Cardaci e Marianna Palillo e le foto di scena di Maria Catalano. L’evento rientra nei festeggiamenti organizzati dalla Prefettura di Enna per i 150 anni dell’Unità d’Italia e gode del patrocinio del Comune di Enna, dell’assessorato al Turismo e allo spettacolo della Regione Sicilia e del sostegno della società “Dante Alighieri”, comitato di Enna.

"Società Dante Alighieri - Comitato di Enna" - Powered by Professional Site